La crioanalgesia è una tecnica moderna che permette di ottenere una analgesia di lunga durata in pazienti con dolore cronico.

L’uomo ha scoperto molti secoli fa le proprietà analgesiche del freddo e già dagli anni ’60 del secolo scorso ne ha valutato l’uso nella pratica clinica quotidiana.

Ma solo l’ultima generazione di sistemi di crioanalgesia consente di ottenere una efficace e selettiva azione sulle fibre del dolore, mantenendo intatte le altre componenti nervose

L’applicazione del freddo ai tessuti crea una condizione di blocco del segnale nervoso. Questo effetto è simile al meccanismo di azione degli anestetici locali, ma la durata è molto maggiore (circa un anno al posto di alcune ore).

L’analgesia di lunga durata è ottenuta grazie alla formazione di cristalli di ghiaccio all’interno dei tessuti, che causano un danno cellulare temporaneo.

Questo, a sua volta, induce una interruzione selettiva della trasmissione dell’impulso nervoso delle fibre che trasportano il dolore.

L’utilizzo di questa tecnica nel trattamento del dolore cronico è stato scientificamente verificato, ed è ampiamente utilizzato all’estero proprio per la sua sicurezza ed efficacia.
Recentemente, abbiamo introdotto in Italia un nuovo sistema molto avanzato e sofisticato, che rappresenta l’attuale stato dell’arte di questa tecnologia nel mondo della terapia del dolore.

Solo un ristretto e selezionato gruppo di medici in Italia sono attualmente abilitati all’uso di questa tecnologia nel trattamento del dolore cronico.

La crioanalgesia è una metodica mininvasiva ambulatoriale
L’area da trattare viene infiltrata con un anestetico locale, in modo che l’introduzione della crio-sonda non sia fastidiosa.

Il trattamento non è doloroso.

Nel post-operatorio: la medicazione può essere rimossa in 24 ore ed è quindi consentito lavarsi liberamente.
Il sito di puntura viene medicato con una crema antibiotica e viene coperto con un cerotto per una settimana.

Il dolore postoperatorio è quasi nullo e il paziente viene incoraggiato a riprendere le normali attività della vita quotidiana entro 72 ore.

Le principali indicazioni per il trattamento del dolore cronico con la crioanalgesia sono:

– dolore da faccette articolari (lombari, toraciche e cervicali)
– dolore da articolazione sacroiliaca
– dolore alle ginocchia
– dolore alle spalle
– dolore ai piedi
– dolore alle anche
– neuropatia del nervo occipitale

I principali vantaggi della crioanalgesia rispetto ai normali trattamenti con radiofrequenza sono:
– nessun dolore durante il trattamento
– nessuna interferenza con altri sistemi impiantabili (pacemaker cardiaci, defibrillatori, neurostimolatori midollari…)
– la procedura è ambulatoriale e non necessita di ricovero
– il recupero delle normali attività è immediato
– la riduzione del dolore è immediata