artrosi ginocchio 2

La neurolisi dei nervi genicolari con radiofrequenza raffreddata, riduce il dolore da artrosi del ginocchio, più efficacemente delle infiltrazioni articolari con cortisone.

dolore ginocchio foto

 

Questo è quanto emerge da un recente studio scientifico condotto da un gruppo di colleghi dell’Orthopedics Pain Specialist Center, Santa Monica, California e che verrà pubblicato a breve.

america

I pazienti trattati con radiofrequenza raffreddata hanno mostrato un miglioramento statisticamente significativo sia per quanto riguarda l’intensità del dolore che per la qualità della vita.

Quindi, la neuromodulazione con radiofrequenza raffreddata, si conferma come un trattamento sicuro e efficace per il dolore cronico da artrosi del ginocchio, in grado di fornire risultati migliori rispetto alle infiltrazioni con cortisone.

genicular cooled radiofrequency

I 151 pazienti studiati avevano caratteristiche simili prima di essere inseriti in questa ricerca scientifica: erano quasi tutti bianchi, di corporatura simile, età media di 63 anni, con una artrosi di grado 2-4, il dolore era presente in media da circa 10 anni e non aveva risposto ai trattamenti meno invasivi.

Metà dei pazienti furono trattati con iniezione di cortisone nell’articolazione del ginocchio, l’altra metà venne trattata con la neurolisi dei nervi genicolari con radiofrequenza raffreddata.

L’obiettivo principale dello studio era valutare quanti pazienti avrebbero ottenuto una riduzione dell’intensità del dolore del 50% a 6 mesi dal trattamento.

I risultati dello studio hanno mostrato un raggiungimento di tale risultato nel 74,1% dei pazienti trattati con radiofrequenza, mentre lo stesso risultato si vide solo nel 16,2% dei pazienti nel secondo gruppo.

L’iniezione di cortisone ha mostrato un buon risultato fino a 1 mese dal trattamento, mentre poi l’efficacia si è ridotta progressivamente nel tempo.

Lo stesso risultato è si è visto per quanto riguarda la valutazione funzionale del ginocchio trattato e la riduzione nell’uso dei farmaci analgesici.

Per quanto riguarda le complicanze, esse furono abbastanza simili in entrambi i gruppi: nessuna complicanza grave venne segnalata.

Sicuramente saranno necessari ulteriori studi per poter asserire con sicurezza che la neuromoduazione con radiofrequenza raffreddata dei nervi genicolari, possa essere considerata il trattamento di scelta per il dolore da artrosi del ginocchio.

 

Al momento, comunque, fa parte del portafoglio di procedure mininvasive che possiamo offrire ai nostri pazienti con dolore cronico.

 

Va inoltre considerato che, i pazienti a cui proponiamo questa procedura, sono quelli per cui un intervento chirurgico di protesi del ginocchio non è indicato.

 

I motivi possono essere vari:

  1. E’ troppo presto per la protesi (paziente giovane),
  2. Oppure è troppo tardi (paziente anziano con altre patologie che controindicano l’intervento chirurgico).
  3. Esistono controindicazioni all’anestesia
  4. Il paziente non intende sottoporsi ad un intervento maggiormente invasivo

artrosi ginocchio 2

Per questi pazienti la neuromodualzione dei nervi genicolari può essere un valido trattamento per tenere sotto controllo il dolore da artrosi del ginocchio.

 

La procedura viene eseguita in anestesia locale, non richiede una particolare riabilitazione o convalescenza, non vi sono ferite chirurgiche o punti di sutura. La durata è di circa 30 minuti.

 

Per ulteriori informazioni potete cliccare qui oppure tramite i riferimenti presenti nel modulo contatti.

 

 

 

COMMENTA